Rotel è un’azienda storica giapponese produttrice di componenti elettronici da oltre 50 anni.

È sempre stata un’azienda a conduzione familiare.

Per questo motivo l’azienda pone una grande attenzione alle fasi di lavorazione di ciascun modello.

Ogni prodotto prima di essere messo in commercio viene testato e valutato con precisione, in modo da garantire prestazioni eccellenti.

Come nasce Rotel

Tomoki Tachikawa

Il fondatore del marchio, Tomoki “Tac” Tachikawa, nasce a Taiwan.

Terminati gli studi in Giappone apre diverse attività commerciali, facendo cosi esperienza.

Le origini della società risalgono agli inizi degli anni ’50, dopo la chiusura di un contratto per la distribuzione nel territorio giapponese di apparecchi televisivi Sylvania.

A quell’epoca, i diritti di collocazione prevedevano anche l’assistenza.

Utilizzando una diversa tensione CA in Giappone è necessario apportare modifiche ai prodotti Sylvania per poterli utilizzare.

Quindi la progettazione dei componenti diventa un elemento chiave dell’attività della ditta.

Nel 1961 nasce ufficialmente Rotel, e l’azienda inizia ad intraprendere il cammino che l’ha resa una società produttrice di fama mondiale.

In questo anno, la società attraversa una fase di riorganizzazione, lasciando cosi l’attività di distribuzione di TV.

Pertanto durante gli anni ’60, la progettazione, la produzione e il montaggio di prodotti audio originali diventano il pilastro dell’attività.

Allo stesso modo anche la produzione di prodotti con il marchio aziendale, trova ulteriore slancio.

I primi riconoscimenti e il plus dell’azienda

Nel 1973 Consumer Reports assegna al ricevitore RX-402 l’ambita valutazione “Best Buy.

Rotel RX-402

All’epoca, Consumer Reports non sapeva, che anche il secondo e il terzo prodotto classificati provenivano dalla stessa fabbrica, anche se commercializzati con altri marchi.

Alla fine degli anni ’70, si ha una forte tendenza alla commercializzazione dei prodotti in base alle funzioni, piuttosto che alla qualità del suono.

Ed è cosi che scoppia una “guerra di marketing” che è andata avanti a colpi di sensazionalismo.

I produttori cosi iniziarono a sponsorizzare sul mercato i prodotti sulla base di aspetti come, ad esempio, la potenza, o in base all’aspetto visivo del prodotto.

Il plus di Rotel in tutta questa faida è stato quello di prendere la direzione opposta.

Pertanto alla fine degli anni ’70 l’azienda traccia la propria mission e si dedica alla produzione di componenti e prodotti di altissima qualità.

Durante questo periodo la produzione viene fatta in Giappone.

La scelta dei componenti acustici più importanti e la sintonizzazione finale invece vengono affidate a un laboratorio in Inghilterra.

Alla fine del 1982, questa collaborazione porta al lancio di RA-820B, destinato a divenire ben presto l’amplificatore integrato Rotel più popolare di sempre.

Rotel RA-820B

Rotel RA-820B

Questo è il primo di una lunga serie di prodotti che portano ad accrescere la fama dell’azienda.

Grazie allo straordinario valore acustico il modello RA-820B, porta all’azienda il primo riconoscimento “Product of the Year” da parte della rivista What Hi-Fi.

In seguito la stampa britannica fece numerosi elogi, accrescendo cosi la stima del marchio.

Una collaborazione strategica tra Rotel e il gruppo Bowers & Wilkins

La collaborazione  tra Rotel e il Gruppo Bowers & Wilkins risale ai primi anni ’80, grazie alla stipula di un contratto che garantiva l’ esclusiva distribuzione in Nord America e in numerosi mercati europei.

Nei  20 anni successivi, tutti i distributori Bowers & Wilkins a livello globale iniziano a rappresentare il marchio dell’azienda.

Nel 2000, Bowers & Wilkins fonda Rotel Europe nel Regno Unito per riunire in un unico luogo tutte le vendite e le attività di assistenza al di fuori del Nord America.

Sei anni dopo i due contraenti fanno un accordo di joint venture per la gestione condivisa di stabilimenti di produzione e logistica con sede a Zhuhai, in Cina.

 Continuità famigliare all’interno della società

Bob Tachikawa

Bob Tachikawa

Alla fine degli anni ’80, Bob Tachikawa entra a far parte dell’azienda.

Bob Tachikawa ,figlio del fondatore della Rotel,  da un contributo notevole alla crescita aziendale, infatti spinge la ditta a nuovi orizzonti.

La ditta si concentra sul mercato in espansione dell’home theater, senza mai dimenticare l’attenzione per la qualità dell’audio che la contraddistingue.

Questi valori sono ancora oggi parte integrante dell’azienda, dato che Rotel è ancora di proprietà della famiglia Tachikawa.

L’attuale CEO Peter Kao è il nipote di Bob Tachikawa ed è alla guida di un team internazionale di ingegneri.

Peter Kao

Cosa contraddistingue i prodotti Rotel da quelli della concorrenza

L’elemento centrale di ogni componente audio è l’alimentazione.

E per ottenere l’alimentazione corretta, bisogna tenere in attenta considerazione diversi fattori.

Pertanto Rotel ha deciso di investire le proprie risorse e ampliare le proprie conoscenze per produrre autonomamente i trasformatori toroidali.

trasformatore toroidale

Ciascun trasformatore è costruito su misura in base a standard rigorosi utilizzando materiali anch’essi conformi a requisiti estremamente severi.

A detta dei tecnici Rotel “Il suono ideale inizia sempre dall’alimentazione, tanto nei lettori CD e nei processori surround, quanto in preamplificatori e amplificatori”.

Siamo rivenditori ufficiali del marchio Rotel su Firenze, clicca qui per vedere quali prodotti abbiamo a disposizione.