Naim Audio. Without compromise

//Naim Audio. Without compromise

Naim Audio. Without compromise

Naim nasce nel 1969 con un approccio costruttivo e commerciale instintivamente refrattario ai compromessi e alle concessioni modaiole, rimanendo nel tempo fedele alle proprie convinzioni originali.

Il fondatore Julian Vereker, ingegnere a tutto tondo (prima di dedicarsi al mondo audio, si era occupato di automobilismo,
nautica, apparecchiature professionali per il cinema e banchi di regia per studi di registrazione). Pochi anni dopo conosce
Paul Stephenson, attuale presidente di Naim ed erede naturale e rigoroso della sua opera.

La filosofia Naim è spesso contro le tendenze del mercato; laddove molti costruttori cercano di risparmiare sui loro prodotti; Naim si muove nella direzione opposta. Infatti la costruzione di tutte le parti e la selezioni
dei componenti è impeccabile, quasi maniacale; tutto viene costruito e assemblato all’interno dell’azienda a Salisbury, in Inghilterra.

L’esempio forse più significativo è uno degli ultimi nati in casa Naim, il finale di potenza NAP 500, il finale
di riferimento della produzione, che con il suo telaio apribile ricorda l’apertura dei cofani di alcune fuoriserie d’epoca,
per nascondere non un V12, ma una realizzazione allo stato dell’arte per quanto riguarda la produzione di elettroniche hi-end.

Questo prodotto come tutti i prodotti realizzati nei laboratori Naim diventa un riferimento nella sua categoria, lanciando una sfida a tutti i prodotti presenti e futuri, americani od europei.

2018-12-24T17:32:21+00:0013 novembre 2014|Categorie: Notizie in Evidenza|Tag: |